Archivi categoria: guardo posti

una sfoglia che sembra una farfalla

si sono ritagliati un angolo di felicità proprio davanti a me, passante straniera in una città monumentale. sono a ore 11 dalla mia postazione, non sanno di essere guardati, ma non gli importa. hanno ali immaginarie di sfoglia, una sfoglia … Continua a leggere

Pubblicato in guardo posti, vedo gente | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

dove tutto ha avuto inizio

a forlì tutto ha avuto inizio, senza saperlo. quindici anni fa ho visitato la scuola per interpreti e traduttori, in nome di un piccolo sogno che avrebbe congiunto le due cose che più amavo: l’inglese e la scrittura. ho rinunciato … Continua a leggere

Pubblicato in guardo posti | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

roma, rodin e le lacrime

“perché tu piangi?” l’uomo è straniero, scuro di pelle. lo sento parlare al telefono mentre stiamo per incrociarci sul marciapiede. “perché tu piangi?” lo chiede una seconda volta, con tono uguale, gli occhi in strada, la fronte a rughe. come … Continua a leggere

Pubblicato in guardo posti, vedo gente | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

un cœur

Pubblicato in guardo posti | Lascia un commento

se guardo sopra la mia testa

ditemi dove inizia il cielo e dove finisce il mare, qual è il punto esatto in cui l’aria bacia leggera l’acqua e poi datemi un buon motivo per cui io debba desiderare qualcosa di diverso da quello che già ho.

Pubblicato in guardo posti, penso cose | Contrassegnato , | Lascia un commento

qui, dove il cuore è immobile

sono passati 18 mesi dal terremoto. si parla di macerie e si parla di abbandono, si parla di legalità, di regolarità, di fretta, di ricostruzione, di sbrigatevi-a-ripulire-tutto. si parla delle stesse cose da 18 mesi. l’italia si è stancata di … Continua a leggere

Pubblicato in guardo posti | Contrassegnato , , , | 1 commento