le parole che non ho trovato

me ne stavo lì, pietrificata. ludovico einaudi era davanti a me, firmava autografi con le spalle protette da due gorilla che smistavano persone come si fa intorno alle rockstar.
si sottoponeva docilmente alla prassi, forse anche stupito che ci fossero tanti giovani per lui. io ero e non ero in fila, aspettavo un po’ distante, con mio marito che, pronto con l’iphone, mi spronava invece ad avvicinarmi.
sarebbe stata la terza foto con ludovico einaudi nel giro di pochi anni, ma in pochi anni alcune cose erano cambiate e il risultato era che quella sera continuavo a fissarlo e a restare poco lontana. Continua a leggere

Pubblicato in leggo libri, ascolto canzoni, vivo film, penso cose | Contrassegnato , | Lascia un commento

nella mattina di natale

a casa abbiamo le finestre nuove. il vetro è a tre strati, per insonorizzare. stamattina la mattina di natale sembrava fatta di neve: alle nove non arrivava nessun suono, nessun segno di traffico. ho guardato fuori dalla finestra e ho contato fino a quindici, dopo il passaggio di una bicicletta. nessuno in vista.
il silenzio di neve di questa mattina di natale era come la pace del sogno che ho fatto poche notti fa: un tramonto in riva al mare, con la luce calda e stanca dei pomeriggi di agosto, le persone a rivoltarsi pigre sui teli.
la speranza dilaga, prudente e amniotica. i gesti sono cauti, lenti, in ascolto: imparano un tempo diverso, si preparano.

quella volta ho provato un istante di gioia e un’esplosione di terrore. “dio, fa che sia vero, dio fa che sia vero”.
adesso aspetto, nascosta, che il vero trionfi, e che il reale si innesti alla quieta speranza.

 

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

riempiendo cassetti

lo scorso inverno ho contribuito alla campagna di autofinanziamento degli olotropica. è un gruppo musicale aquilano guidato dalla voce di valentina di cesare, che già conosco e ammiro per tanti motivi (tra cui il gioiellino di romanzo marta la sarta). li ho ascoltati dal vivo il 20 luglio 2014 a vasto, allo stesso evento che ha ospitato anche una delle prime presentazioni di loro non mi vedono: l’inaugurazione di art in the dunes.
la voce di valentina è particolare. potrei dire che graffia, però con delicatezza, come una puntina di un giradischi impolverata.
quando il cd mi è arrivato a casa mi sono sentita orgogliosa, perché il prodotto già solo all’apparenza è professionale e degno dei migliori scaffali di cd, e poi perché Continua a leggere

Pubblicato in leggo libri, ascolto canzoni, vivo film | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

il nodo

(…)

tu sei il nodo,
sei ieri e domani,
sei il tempo
divelto,
strappato,
nascosto.
alcune cose cambiano tutto
quando tutto è già
cambiato.

(18 agosto-13 novembre 2015)

Pubblicato in le mie poesie | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

un riconoscimento speciale dal premio parco majella!

premio majellasabato 18 luglio il 18esimo premio parco majella ha conferito il premio speciale “racconti d’autore” al mio libro “loro non mi vedono” (ianieri edizioni)!

ecco la motivazione della giuria!
Continua a leggere

Pubblicato in loro non mi vedono #LNM | Contrassegnato , , , , , | 1 commento

il segno

non sarà più fatta di gesso
la linea del prima e del dopo
ma sarà un impavido segno
inciso con il fuoco.

Pubblicato in le mie poesie, penso cose | Lascia un commento