la pronuncia di un bacio

non mi fido sempre della passione. è divampante, impetuosa, e non sa dire di no. è in stato perenne di sfida, pronta sull’attenti, cieca a volte tra il bene e il male. non esiste sbagliato, per la passione. molti la usano per motivare la propria determinazione, altri la confondono con la passionalità, il desiderio, la bramosia. qualcuno la ritiene motore costante del suo mestiere, delle sue ossessioni. si dimentica che, sul vocabolario, si deve scendere almeno fino alla voce numero 7 per arrivare alla definizione di forte inclinazione verso qualcosa; l’accezione di forte coinvolgimento amoroso è alla voce numero 6. le altre cinque ruotano intorno alla sfera della religiosità, e comportano devozione incondizionata, sofferenza, passività.
è un sentimento passivo, la passione. si subisce, non si può contrastare. può portare anche a fare cose distruttive, giustificate dal suo nome, come nella religione.
è un martirio dichiarato, la parola passione. nasce dal greco pathos, da cui viene anche la parola patimento. costringe ad arrendersi, a rimanere inerte o, al contrario, a reagire con una forza più grande, per la propria sopravvivenza.

dovrebbe dirsi passione fare un lavoro che non si vuole, vivere con una persona che non si ama, abitare in un posto sbagliato.

c’è amore, invece, nell’alzarsi la mattina e riprendere il proprio mestiere per perfezionarlo, accudirlo, farlo crescere. riallacciarsi alle persone che si amano per fare qualcosa per loro, scambiarsi affetti, stimoli e azioni buone. con costanza, prudenza, qualche compromesso a volte, ma sempre nell’ottica di un bene molto più grande: la condivisione del benessere. è attivo, l’amore, porta a prender cura, a difendere. è una bellissima promessa lanciata dalla sua origine etimologica, che è controversa ma porta alla stessa conclusione, sia che venga dalla radice am (la stessa per amicizia) e che indica il cuore, i legami, sia che venga dal latino a-mors, ossia senza morte, eterno – ed è tutto un programma.
è faticoso, l’amore. ma mai fa del male, mai distrugge; piuttosto si sacrifica, in cambio della felicità altrui. l’amore non gioisce mai da solo, l’amore moltiplica ed espande la sua gioia nella condivisione. se mai c’è martirio anche in questo, è sempre accompagnato da una musica dolce, che è il suono che fanno gli occhi della persona che si ama.

sì, preferisco l’amore alla passione. nel momento in cui dici la parola amore stai già pronunciando un bacio.

(grazie a francesca per avermi offerto l’occasione di mettere in ordine quello che avevo in gestazione da alcuni giorni)

Share and Enjoy:
  • Print
  • Facebook
  • Add to favorites
  • email
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Live
  • MSN Reporter
  • Technorati
  • Tumblr
  • Twitter
  • Google Buzz
  • MySpace
  • PDF
  • StumbleUpon

Info su Cristina Mosca

scrivo, amo, vivo
Questa voce è stata pubblicata in parlano di me, penso cose e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a la pronuncia di un bacio

  1. Francesca scrive:

    …ecco..così …con una dedica di Cristina Mosca sale il livello d’autostima…dunque compongo [con meno classe di certo]..”A Cristina, per avermi dato un po’ del suo tempo, oggi così prezioso, quasi raro….”

  2. Mi piace questo modo di fare a pezzi la parola passione.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>