quello che cambia

le cose che cambiano restano dietro i sorrisi che non dai.
ti scivola sopra catrame dal cielo,
e restano assorte nei pori su pelle.
le cose che cambiano ti passano tra i baci
e gli arrivederci,
canzoni cantate a mezza voce per strada.

le cose che cambiano non sono giuste, sbagliate o una via di mezzo:
ti inchiodano al sole, animale impotente
a volte ti insultano e si legano al dito.

le cose ti cambiano e non puoi farci niente
lambiscono l’oggi come ali di cera
disegnano a gesso il segno tra il prima ed un dopo,
ti mostrano un vuoto
che prima non c’era.

Share and Enjoy:
  • Print
  • Facebook
  • Add to favorites
  • email
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Live
  • MSN Reporter
  • Technorati
  • Tumblr
  • Twitter
  • Google Buzz
  • MySpace
  • PDF
  • StumbleUpon

Info su Cristina Mosca

scrivo, amo, vivo
Questa voce è stata pubblicata in le mie poesie, penso cose e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>