mai piaciuto dalì

a palazzo reale a milano fino al 30 gennaio è possibile visitare una mostra dedicata a dalì, “il sogno si avvicina”. ma qual è il confine tra sogno, immaginario e visione? quanti soffi passano tra il genio e il delirio?
mai piaciuto, dalì. mezzi busti, derisioni velate, menti contorte, angeli dalle braccia mozze. forme indistinte – confuse – dov’è il capo e dov’è la coda?
l’artista non deve sforzarsi di essere moderno, perchè, che lo voglia o no, ci è già.
paesaggi che nascondono altri paesaggi, altri visi, altre idee. figure che quasi mai sono quello che sembrano. non ne è forse già pieno il reale?
vuoto – memoria – silenzio.
una donna nella distesa tende le mani al nulla. ma è libera.
deliri di onnipotenza. fragilità.
cieli immensi e immenso amore.
ti stendo le braccia attraverso il deserto della mia memoria.
quella volta in cui la maschera cadde e al posto del volto c’era un vuoto tumefatto e vacuo.
certe volte sono così stanca.

tra le guglie del duomo è difficile riconoscere l’arte dall’impalcatura.
ai piedi di questa scalinata sono piccola come una supernova nell’universo.

Share and Enjoy:
  • Print
  • Facebook
  • Add to favorites
  • email
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Live
  • MSN Reporter
  • Technorati
  • Tumblr
  • Twitter
  • Google Buzz
  • MySpace
  • PDF
  • StumbleUpon

Info su Cristina Mosca

scrivo, amo, vivo
Questa voce è stata pubblicata in guardo posti e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a mai piaciuto dalì

  1. Francescomas scrive:

    Come il testo diventa pittura…

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>